Amazon
Gearbest
Honorbuy
Flosmall
Myefox
Geekmall

Domino DM368 - Recensione dello smartwatch Android elegante e funzionale

Il mercato degli smartwatch si divide in due grandi categorie: dispositivi con funzioni limitate dal costo di poche decine di euro e prodotti completi per la mobilità come questo Domino DM368. Ma cosa possiamo fare esattamente con esso e quali vantaggi porta nella vita di tutti i giorni? Scopriamolo insieme con la nostra recensione.

Recensione Video



Unboxing

Confezione curata che ricorda quelle degli orologi che possiamo comprare normalmente dall'orologiaio o in gioielleria. All’interno c'è il minimo indispensabile, ma l’impatto visivo è positivo: lo smartwatch è posizionato su di un cuscino morbido ed ha una pellicola protettiva. Troviamo poi una pezzolina per pulire lo schermo (vi servirà di tanto in tanto, NdR),  manuale di istruzioni in inglese e il cavo per la ricarica USB con attacco magnetico a 4 pin: davvero scomodissimo da usare, i magneti sono poco potenti e bisogna trovare sempre la giusta “posizione” per avviare la ricarica dello smartwatch.

 

Design
Il Domino DM368 viene venduto anche da Lemfo come rebrand del Domino, nello specifico il suo modello LF16: presenta un design marcatamente sportivo, con la ghiera e la cassa totalmente in acciaio e il cinturino in silicone morbido. C'è un pulsante sul lato destro della corona e  non risulta troppo spesso o grande per un polso maschile di medie dimensioni, nonostante le dimensioni importanti. Il microfono è posto sul lato destro, sotto il pulsante fisico, mentre l’altoparlante di sistema è sul lato sinistro. Non è impermeabile ma resistente al sudore nel caso vogliate fare attività fisica come corsa o allenamenti.

Molto bello nelle sue linee, specialmente nella colorazione scura con la cassa color canna di fucile che gli dona un aspetto elegante ma che potete tranquillamente indossare tutti i giorni: peccato purtroppo che il cinturino non sia intercambiabile.

Scheda tecnica
Il Domino DM368 presenta una scheda tecnica di fascia bassa. Al suo interno troviamo un processore quad-core, Mediatek MT6580 con clock ad 1.3 GHz e 512 MB di RAM.  Il display da 1.39” è un’unità AMOLED con neri perfetti e dalla luminosità adeguata, con una risoluzione di 400x400 pixels, purtroppo poco oleofobico.

Sorprendentemente ci sono ben 8GB di memoria interna per le vostre foto/musica e applicazioni: una sorpresa gradita considerando che mediamente gli smartwatch in questa fascia di prezzo hanno una memoria di 4GB. Anche la batteria è maggiorata rispetto ad altri smartwatch simili ed anche al suo rebrand, il Lemfo LF16: qui arriviamo a ben 400mAh.
E’ presente il Bluetooth 4.0 e c’è il WiFi monobanda.

 

Sensoristica e Reti

Buona la dotazione di sensori: troviamo infatti GPS, pedometro e sensore per rilevare il battito cardiaco, abbastanza preciso ed in linea con quello di altri prodotti simili. C’è anche uno slot per inserire una scheda SIM in formato micro, ma attenzione: il telefono funziona solo in 3G, quindi niente 4G/LTE. Utile se vogliamo utilizzarlo per registrare la nostra attività fisica con app per il fitness o ricevere messaggi dai social, ma non aspettatevi una navigazione rapida.

Il pedometro sovrastima di gran lunga i passi, anche rispetto alla Mi Band 2 che tende a sovrastimarli di un 15%. Il Wifi e il Bluetooth invece si comportano bene, tenendo sempre la connessione con i vari dispositivi. Tramite il Bluetooth possiamo collegare delle cuffie, casse o utlizzando l’app WiiWear/SinWear, ricevere le notifiche dal vostro smartphone. Presente anche l’accelerometro, ma niente giroscopio o bussola.

 

Software

Iniziamo a parlare di una delle note dolenti di questo smartwatch, il software. Ho ritardato appositamente la recensione nella speranza di reperire un firmware più aggiornato, ma senza successo. Quindi alla data attuale, se decidete di comprare questo DM 368, sappiate che conterrà tutti i bug che vi stiamo elencando.

Partiamo dai pregi: lo smartwatch ha tante watchfaces per adattarsi al vostro stile, anche se alcune sono ripetitive e differiscono solo per lo sfondo diverso.

La navigazione si effettua attraverso i vari swipe sul display, con la possibilità di tornare indietro nei menù in due modi: premendo il tasto fisico posto a destra, oppure facendo un piccolo swipe in alto a sinistra sullo schermo.

Dalla Home con l’orario effettuando uno swipe verso il basso possiamo visualizzare la carica residua, e il collegamento con il telefono e la scheda SIM. Effettuando uno swipe verso sinistra si accede al menù rapido. Possiamo impostare la luminosità, le connessioni da attivare, il GPS, la modalità aereo ed anche la possibilità di attivare lo schermo con la rotazione del polso, utile per controllare l’orario.

Tornando al menù principale ed effettuando uno swipe verso destra possiamo controllare le notifiche, sia del nostro smartwatch che dal telefono. Non possiamo interagire molto con esse se non aprendo le app oppure eliminando la notifica: non c’è quindi la possibilità di rispondere direttamente ai messaggi, sia che essi provengano dal nostro smartwatch che dal nostro telefono.

La ROM è basata su Android Lollipop 5.1, pesantemente modificata per adattarsi al display circolare. Anche il menù impostazioni è differente, non completo di tutte le voci come su qualsiasi smartphone dotato di Android Lollipop. C’è il Play Store preinstallato, e possiamo registrarci immettendo i nostri dati utilizzando la tastiera presente su questo smartwatch, ma attenzione a scegliere la tastiera in inglese dato che inizialmente vi verrà proposta la tastiera in cinese.

Dall’interno del Play Store possiamo installare tutte le applicazioni che vogliamo, come Spotify, Whatsapp, Facebook, e perché no, anche Chrome. Ovviamente non vi consigliamo di utilizzare lo smartwatch per la navigazione Internet, ma se siete in situazioni d’emergenza può tornare utile. Le applicazioni preinstallate soddisfano la maggior parte delle nostre esigenze: c’è un lettore musicale, l’applicazione per poter monitorare i passi e il battito cardiaco, il browser, contatti, la possibilità di catturare immagini dal nostro smartphone (se accoppiato), il calendario, la galleria, un file manager, il meteo, Google maps e la ricerca vocale.

Proprio la ricerca vocale potrebbe essere uno dei vostri alleati più preziosi, consentendovi di effettuare ricerche senza dover necessariamente scrivere con la tastiera a schermo, scomodissima da utilizzare.

Il software utilizzato per accoppiare il nostro smartphone al Domino DM368 merita, per ora, l’Oscar per l’app più indecente del 2016, a pari merito con il software di controllo della Teclast H30 recensita qualche tempo fa.

Dal menù impostazioni cerchiamo Mobile Assistant e facciamo la scansione dal nostro telefono del QR Code per installare l’applicazione SinWear. Una volta scaricata potremo effettuare il pairing del telefono con lo smartwatch tramite Bluetooth.

Potremo così ricevere le notifiche dalle applicazioni che preferiamo, oppure scattare una foto in remoto controllando la fotocamera dal nostro smartwatch. Purtroppo il software in sé sembra davvero essere afflitto da una serie di bug che ne minano l’utilizzo. Spesso e volentieri le notifiche non vengono riportate sullo smartwatch, e la connessione, nonostante sia indicata come presente, in realtà non esiste. Inoltre L’accoppiamento Bluetooth tramite SinWear non fornisce al nostro smartwatch la connettività Internet: per far ciò dovremo fare affidamento al collegamento Wi-Fi o 3G del nostro smartwatch.

Tenendo premuto il pulsante funzione si accederà ad un menù fondamentale per navigare in alcune app dando la possibilità di visualizzare lo schermo con un frame rotondo o quadrato. Molte app con la visualizzazione a tutto tondo non avranno visibili i pulsanti di navigazione, saremo quindi costretti a cambiare la visualizzazione per poter navigare efficacemente.

C’è un piccolo trucco per abilitare la connettività Internet tramite collegamento Bluetooth, ma sarete costretti a ripetere questa tediosa operazione ogni qual volta il vostro smartwatch si riconnette al telefono, ed è la seguente (spiega la procedura). Una volta connesso il vostro DOMINO DM368 con il vostro telefono dovrete andare nelle impostazioni del vostro smartphone, Wireless e Reti, Altro, Tethering e attivare Tethering Bluetooth. Così facendo la vostra connessione dati sarà condivisa con i dispositivi bluetooth connessi. Ora andate sullo smartwatch, andate in Impostazioni, Bluetooth, tappate sullo smartphone ed abilitate “Condividi connessione dati”.
In questo modo potrete utilizzare il vostro smartwatch utilizzando la connessione sia dati che wifi del vostro smartphone per poter navigare, utilizzare servizi come Spotify o Whatsapp, geolocalizzazione a basso consumo e tanto altro.


Audio (voce e altoparlante)

L’audio non è sicuramente il punto forte di questo smartwatch. L’audio è piatto, sembra quasi di sentire uno smartphone con una decina di anni o più sulle spalle. Ovviamente non vi consigliamo di utilizzare l’altoparlante dello smartwatch per sentire la musica, ma per una chiamata di emergenza o per sentire i risultati della ricerca Google va più che bene.

Meno bene invece il comportamento del microfono durante chiamate: molto spesso l’interlocutore vi sentirà ovattato e distante, anche parlando con lo smartwatch molto vicino. Se utilizzerete lo smartwatch per fare chiamate vi consigliamo pertanto di considerare un auricolare bluetooth.


Batteria

La batteria, alla data di scrittura di questa recensione, si può riassumere in una parola: terrificante. Provenendo da Android Wear, che mi assicura quasi due giorni di autonomia con il mio uso, questo DM 368 non convince, nonostante la capienza della batteria da ben 400 mAh. Riusciamo a malapena a coprire la giornata lavorativa di 10-12 ore, e questo sfruttando solo la connessione Wi-Fi e Bluetooth con il nostro telefono.

Se osiamo di più e attiviamo la connessione 3G della nostra scheda SIM l’autonomia si attesta sulle 8-10 ore. Il problema più grande è dato dalla ROM che monta questo particolare dispositivo. A causa della mancata ottimizzazione software la maggior parte della batteria viene mangiata dal telefono in stato di riposo. Con una maggiore ottimizzazione, e quindi sperando in firmware futuri (se mai ce ne saranno, NdR), la batteria dovrebbe durare tranquillamente una intera giornata. Al momento se stacchiamo la carica alle 8 di mattina riuscirete ad arrivare alle 18-19, ma non di più: a cena quindi vi troverete con un bellissimo accessorio, e alle domande curiose dei vostri amici non potrete rispondere molto, se non mostrare sconfitti lo schermo spento del dispositivo.

Ultima nota riguardo la batteria: arrivati al 15% si attiva il risparmio energetico, che trasforma lo smartwatch in un orologio LCD: si può leggere solo l’orario. Nel caso voleste spremere la batteria fino all’ultimo goccio vi basta tener premuto il pulsante di accensione per il menù rapido e disattivare il risparmio energetico. La batteria si ricarica in circa 2 ore e mezza, anche a schermo spento.



Conclusioni

logo ok logo ko

- Sensoristica
- Display AMOLED
- 8GB di Memoria interna
-Design

- Durata batteria
- Software per smartphone
- Cinturini non intercambiabili

 Il domino DM 368 è uno smartwatch avanzato, costruito solidamente e di un’eleganza davvero unica. Purtroppo i difetti ci sono e minano tanto l’esperienza d’uso, uno su tutti la durata della batteria. Abbiamo provato personalmente a contattare l’azienda per reperire un firmware più recente ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta. La data del firmware installato risale a Novembre 2016 e se ad oggi non è disponibile alcun aggiornamento dubitiamo che nel futuro ci sarà qualsiasi cura da parte di Domino per questo DM 368. Un vero peccato perché il design e la costruzione sono ottimi, la presenza di 8GB di memoria interna si fa davvero sentire quando carichiamo la nostra intera playlist musicale senza limitarci sulla scelta. Purtroppo non è ancora il sostituto del nostro smartphone come vorremmo, ed anche per attività fisica leggera se attiviamo connessione dati e GPS con un’app per il fitness vedremo la batteria prosciugarsi molto velocemente.

Se la durata della batteria non vi spaventa allora per il prezzo a cui viene venduto rappresenta uno dei migliori smartwatch con Android a bordo. 

Dove comprare

E' possibile acquistare il DOMINO DM 368 su Gearbest con un prezzo che oscilla sulle 80-90€ : clicca qui per poter andare alla pagina del prodotto.

Stampa Email

Cinafoniaci
"I veri Cinafoniaci sono quelli che non si fermano ai prodotti che ci vengono imposti dal mercato e dai media convenzionali ma si documentano e cercano tutte le informazioni per riuscire ad avere la migliore tecnologia al prezzo più conveniente."

Seguici su

FacebookoffFacebookoff
TwitteroffTwitteroff
TelegramoffTelegramoff
YoutubeoffYoutubeoff
Pubblicita

Vuoi pubblicizzare un prodotto, uno smartphone, un tablet sul nostro sito? Compila il Form

Contact Us

If you are an online shop and you want advertise your website and your products on our pages please Fill the Form

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti e offerte!

Copyright © 2017 Cinafoniaci.com - Notizie Offerte e Recensioni dal mondo degli smartphone Cinesi
Powered by Monkeyhub.org

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Privacy Policy