Drone DJI SPARK - Molto più di un selfie-drone - Recensione

Scritto da Andrea.

Alla fine ho deciso di acquistare il DJI Spark, un piccolo drone (pesa 300 grammi) con all'interno un concentrato di tecnologia che lo rende un oggetto divertente ma al tempo stesso al top per standard di sicurezza. come al solito parleremo di questo drone andando anche a vedere le proposte che ci vengono dalla Cina, valutando insieme quali sono le offerte più vantaggiose in termini di esborso monetario.

DJI SPARK - LE VERSIONI DISPONIBILI

Il drone DJI SPARK viene venduto in due versioni: la versione Standard e la versione Fly More Combo, le due versioni si differenziano per il prezzo e per il contenuto della confezione:

DJI SPARK - Versione STANDARD

Contenuto della confezione: Il drone, 6 eliche (4 sul drone + 2 di ricambio), caricabatterie, Cavo USB, 1 batteria, confezione in polistirolo

DJI SPARK - Versione FLY MORE COMBO

Contenuto della confezione: Il drone, 8 eliche (4 sul drone + 4 di ricambio), 2 batterie, radiocomando, base di ricarica per batterie, borsa per il trasporto, confezione in polistirolo, 4 paraeliche

PREZZI IN ITALIA

I prezzi in Italia sono stabiliti in 599 euro per la versione standard e 799 euro per la versione FLY MORE COMBO; il prezzo degli accessori sono per il radiocomando 179 euro, per i paraeliche 25 euro, per la batteria 59 euro

Non c'è molto da dire, i prezzi sono decisamente alti, cosniderando anche il fatto che con una batteria ci si vola circa 15 minuti e pertanto è quasi obbligatorio l'acquisto di una seconda batteria, inoltre l'uso del DJI SPARK senza radiocomando, quindi unicamente tramite smartphone e app è fortemente limitante delle funzionalità del drone e lo sconsigliamo fortemente, quindi diventa obbligatorio anche l'acquisto del radiocomando.

Per risparmiare ci saimo ovviamente rivolti al mercato Cinese, nello specchietto qui sotto vi riassumiamo tutti i prezzi e i codici sconto presenti sui principali siti cinesi (cerchermeo di tenerlo aggiornato il più possibile). Se volete sapere come abbiamo risolto noi, io ho acquistato da Gearbest la versione Standard a 470 euro tranmite codice sconto con spedizione Italy Express senza costi doganali ( tempo di arrivo 8 giorni lavorativi) e successivamente ho preso il radiocomando sempre da Gearbest con codice sconto a 138 euro. Quindi con circa 600 euro (che è il prezzo della versione standard) ci ho preso anche il radiocomando che è davvero fondamentale per questo drone.

Per quanto riguarda il DJI Spark usufruisce di un anno di garanzia presso il centro di riparazione ufficiale DJI sito in Olanda (a cui dovrete spedirlo a vostre spese in caso di intervento in garanzia), discorso a parte riguardo alla DJI Cares (che io personalmente ho fatto) che è una garanzia che copre qualsiasi danno causato da un errore di pilotaggio del velivolo. In questo caso pagando 69 euro per la garanzia se schianterete il vostro drone per vostra colpa potrete farvene rimandare uno nuovo paando ulteriori 59 euro (la prima volta) e ulteriori 69 euro (la seconda volta) durante il primo anno di vita.

Per essere ulteriormente sicuri, ho voluto fare anche uan polizza Responsabilità civile per hobbysti, in questo caso ho scelto quella proposta da Dronezine , un sito che con una spesa di 30 euro prevede una polizza che copre i danni a terzi causati dall'utilizzo del vostro drone (seguendo la normativa).

 RADIOCOMANDO o SMARTPHONE?

Ho provato il DJi Spark con lo smartphone per circa due settimane e successivamente ho acquistato il radiocomando. Bene posso dirvi che non c'è storia, se volete esprimere tutte le potenzialità di questo drone va utilizzato con il radiocomando! Se vi limiterete allo smartphone avrete tra le mani un giocattolo divertente e poco più! L'uso con o senza radiocomando è completamente diverso e se trovate in giro recensioni di persone che lo hanno utilizzato senza radiocomando posso dirvi che l'esperienza che hanno avuto è limitata al 10-20% di quello che può fare questo drone. Con il radiocomando avrete tutti i comandi alla vostra portata, potrete effettuare il tilt del gimbal mentre state manovrando il drone (grazie a  una piccola rotella posta in alto a sinistra) , i movimenti e la sensibilità degli stick di navigazione sono molto più precisi, potrete inoltre attivare lo Sport Mode in cui il drone andrà molto più veloce del normale. ma la parte più interessante è sicuramente il range di utilizzo che passerà dai 20-30 metri dell'uso con smartphone ai 100-200 metri (consigliabile l'uso delle paraboline per implementare ulteriormente il segnale e del cavo OTG per una migliore trasmissione fra radiocomando e smartphone).

LA PROVA

DJI SPark è stato molto pubblicizzato per le funzioni gestures, per comandare il drone senza uso nè di telecomando nè di smartphone, secondo me questo tipo di uso è molto limitato, di fatto difficilmente vi troverete ad usarlo in questa modalità, vista la facilità di uso tramite radiocomando.  DJI Spark registra video a 1920x1080 a 30 fps , sicuramente non è la qualità video del DJI Mavic Pro, ma va benissimo per l'uso di questo drone che è prettamente un uso familiare e vacanziero, serve quando siete in vacanza o volete fare un video di un posto che avete visitato, questo èl'uso principale di questo drone e in questo contesto non si può considerare un limite la mancanza della risoluzione 4K.

DJI Spark è stabile anche nelle situazioni più ventose, grazie al controllo della posizione tramite GPS, è facile ed intuitivo da comandare, è divertente da usare, è tecnologicamente avanzato, permette inoltre l'esecuzione di 4 manovre di inquadrature precaricate per effetti spettacolari, inoltre nell'app troverete un efficace editor per creare video e miniclip.

DJI Spark è anche interessante in ottica di certificazione ENAC infatti tramite un kit di alleggerimento potrete certificare il vostro DJI SPArk come drone inoffensivo e quindi operare anche in ambito urbano.

LA durata della batteria è di circa 15 minuti e resta quasi obbligatoria la scelta di acquisto della seconda batteria.

Insomma DJI Spark è un drone più adatto per usi di tipo personale che per uso professionale (dove la fa da padrone il DJI Mavic Pro) e per questo uso va veramente molto bene, vi permette di realizzare video e foto spettacolari grazie alle molteplici modalità di acquisizione. Resta da valutare il prezzo che sui siti ufficiali italiani sfiorano gli 800 euro che sono davvero troppi. Ilnostro consiglio resta quello di prenderlo da siti cinesi dove riuscirete a trovarlo spendendo una cifra intorno ai 600 euro.

 

DJI SPARK VERSIONE STANDARD

FLASH DEAL

437 euro Link

 

gearbestt
DJI SPARK FLY MORE COMBO

Codice sconto

TTSPARKC

739 $ Link

 

tomtopbarra
DJI SPARK VERSIONE STANDARD

 Codice Sconto

ToysHo

438 euro Link

Banggoodlogo
RADIOCOMANDO PER DJI SPARK

Codice sconto

DJIT

138 euro Link
gearbestt
 DJI SPARK FLY MORE COMBO

Codice sconto

RSpark

   633,28 euro Link
 gearbestt

 

 

 

 

Pubblicato in Accessori

Stampa