Amazon
Gearbest
Honorbuy
Flosmall
Myefox
Geekmall
  • News
  • Gemini PDA : ecco perché l’erede dello PSION non è solo operazione nostalgia

Gemini PDA : ecco perché l’erede dello PSION non è solo operazione nostalgia

Gemini PDA è la rivisitazione in chiave moderna dei famosi prodotti Psion, veri e propri micro-computer che potevano essere tenuti in mano: al MWC di Barcellona abbiamo avuto un incontro molto ravvicinato con questa piccola meraviglia della tecnologia, metà smartphone e metà computer, che ha risvegliato appieno il nostro spirito nerd.

 

Un po’ di Italia nel cuore di GEMINI

Impossibile negarlo: guardando le varie foto e video di questo prodotto targato Planet Computers non si può non subirne il suo fascino, specialmente per coloro che sono passati per un computer palmare come lo Psion o il Palm, per non parlare del mitico Nokia Communicator, il primo ibrido a combinare le capacità comunicative di uno smartphone con un PDA.

Al Mobile World Congress di Barcellona ci siamo intrattenuti a parlare con Davide Guidi, CTO di Planet Computers, sul progetto Gemini e il suo concepimento. Planet Computers nasce come azienda software, fatta da persone che fondamentalmente, al di là del bagaglio di competenze specifiche e nozioni tecniche, si ritrovano a risolvere problemi quotidianamente. Gemini, questo ibrido tra smartphone e PDA dotato di una tastiera fisica QWERTY (che sarà disponibile anche con layout italiano, NdR), di problemi quotidiani ne potrebbe risolvere molti, dato il suo campo di applicazione praticamente sconfinato: il solo limite è la fantasia.

Ecco quindi che all’interno dell’azienda nasce l’esigenza da una parte di voler presentare un prodotto che non ha più mercato, ovvero il PDA, ma completamente ridisegnato da zero in chiave moderna sotto tutti i punti di vista: design, hardware e software.

Molto affascinante la possibilità di poter sostituire le 3 coperture esterne in metallo attraverso un attrezzo dedicato, che consentirà in futuro di poter personalizzare ulteriormente il design di Gemini, ma non solo: l’azienda mette anche a disposizione un kit fotocamera esterna (in aggiunta alla fotocamera frontale presente sul display, NdR) davvero geniale: basta sostituire la cover posta nella parte bassa del dispositivo, montare la fotocamera modulare da 5 Megapixel (che potrà essere sostituita in futuro con modelli più performanti) e chiudere il tutto una volta completata l’operazione. La predisposizione al montaggio della fotocamera è presente su tutti i modelli, lasciando all’acquirente l’opzione di una spesa aggiuntiva per avere anche la fotocamera esterna.

Un design innovativo frutto di oltre 20 anni di esperienza

Probabilmente non ci sarebbe alcun GEMINI PDA oggi se il genio creativo di Martin Riddiford non avesse curato il design di alcuni Psion, come il favoloso Psion Series 5.
Martin e il team di Planet Computers hanno dovuto affrontare molte sfide sul fronte design, ma il risultato è convincente: da chiuso Gemini sembra un piccolo lingotto di tecnologia pronto a rivelare tutto il suo potenziale. Tutte le finiture sono realizzate in metallo, ma esiste anche una versione esclusiva realizzata in oro giallo e rosa di cui verranno prodotti solo 30 esemplari.

Gemini PDA Design 1
Gemini PDA Design 3
Gemini PDA Design 4
Gemini PDA Design 2
GEMINI PDA Design 5
Gemini PDA Design 6
Gemini PDA Design 7
Gemini PDA Design 8

Grazie alla presenza di una cerniera realizzata con una speciale lega, Gemini raggiunte un’inclinazione di 110° una volta appoggiato ad una superficie piana, consentendo il massimo comfort per la scrittura e la lettura a schermo, nonché per poter effettuare video-chiamate attraverso i nostri servizi/app preferite. La cerniera, a dispositivo chiuso, fascia le due metà del PDA realizzato con un design clamshell (a conchiglia, NdR); quando lo apriamo anche la cerniera si espande, staccandosi dalla struttura e creando uno scalino che rende ancora più stabile il Gemini ed evita allo schermo di muoversi durante la digitazione e l’utilizzo tramite touch.

Non manca neanche il tocco nerd per eccellenza: nella parte superiore la cover nasconde una serie di LED che è possibile personalizzare in maniera totalmente arbitraria tramite l’app dedicata su Android. Chi di voi non vorrebbe avere i LED di K.I.T.T. della famosa serie televisiva SUPERCAR sul proprio dispositivo personale?!

Cosa c’è sotto il cofano?

All’interno di Gemini troviamo un processore deca-core, il MediaTek Helio X27, dotato di 3 cluster composti da 4 core Cortex A53 @1.6GHx, 4 core Cortex A53 @2.0GHz e infine 2 core Cortex A72 @2.6GHz. Troviamo anche 4GB di memoria RAM e 64GB di memoria interna. E’ dotato di un display da 5.99” IPS in formato 18:9 con risoluzione Full-HD+ (2160x1080 pixels) ed una densità di 403 ppi.

La vera novità è data dalla presenza di una tastiera completa meccanica QWERTY che è disponibile con più di 30 layout personalizzati, tra cui vi è anche l’italiano. Dai nostri brevi test la tastiera ci è sembrata più comoda di quanto ci aspettassimo, e la digitazione non ci è sembrata affatto male per un dispositivo che in fin dei conti ha dimensioni paragonabili ad un phablet. Molto comode le due prese USB Type-C con supporto OTG per poter collegare tutti gli accessori che desiderate, come ad esempio un cavo HDMI per collegare il GEMINI ad uno schermo più grande o a mouse e tastiera, oppure un HUB USB (che l’azienda propone con l’acquisto del Bundle dedicato agli accessori, NdR).

Gemini PDA Hardware 1
Gemini PDA Hardware 2
Gemini PDA Hardware 3
Gemini PDA Hardware 4

All’aspetto e funzionalità di un vero e proprio micro-computer, Gemini aggiunge un modulo 4G che consente di poter ricevere ed effettuare telefonate oltre che a navigare velocemente sotto rete con copertura LTE. Ecco che qui si fa strada una geniale scelta di design per questo GEMINI: è presente un sistema con doppio speaker stereo e due microfoni. Questo fa sì che, quando togliamo GEMINI dalla tasca o dalla borsa per rispondere ad una chiamata, possiamo farlo da qualsiasi lato lo prendiamo: grazie al giroscopio interno Gemini comprende da che lato lo teniamo ed attiva alternativamente lo speaker ed il microfono posizionati correttamente vicino la nostra voce, utilizzando il secondo microfono per la soppressione del rumore ambientale.

La dotazione di sensori è più che completa con la presenza dell’accelerometro, bussola, sensore di luminosità, magnetico e giroscopio; c’è il Bluetooth 4.0, il Wi-Fi dual-band a/b/g/n/ac, il GPS. Ad alimentare il tutto una batteria da 4220 mAh, che consente di concludere sempre una giornata di utilizzo.

GEMINI PDA: un sistema aperto a tutti

Le innumerevoli potenzialità di questo dispositivo sono visibili realmente su di un lato dello stand: fanno bella mostra di sé 3 Gemini, ognuno caricato con un sistema operativo diverso. Nelle foto potete vedere in azione Gemini con a bordo Debian, Ubuntu e Salfish OS 3.0: un risultato stupefacente se consideriamo anche il completo supporto ad Android.

Gemini PDA Open Source 1
Gemini PDA Open Source 2
Gemini PDA Open Source 3
Gemini PDA Open Source 4

Di fabbrica Gemini offre un sistema di dual boot con cui poter scegliere liberamente, attraverso un tool ufficiale messo a disposizione dall’azienda produttrice, che tipo di sistema operativo caricare sul nostro personale dispositivo. Normalmente a bordo c’è Android in versione 7.1.1 personalizzata così da poter risultare ancora più orientata alla produttività e con un’esperienza d’uso migliore rispetto a quella di un comune smartphone o tablet con la stessa diagonale, merito della dock richiamabile tramite tasto apposito e di una serie di funzioni esclusive come la possibilità di forzare l’orientamento in modalità portrait (verticale) o landscape (orizzontale) per ovviare all’incompatibilità di alcune app che non prevedono una modalità tablet.

Un sistema aperto ma che comunque garantisce all’utente un’esperienza d’uso di alto livello: il software è aperto ma non sbloccato di fabbrica, così da garantire il funzionamento impeccabile di tutti quegli applicativi che richiedono un certo grado di sicurezza, come ad esempio app bancarie, Netflix e SkyGO.

PREZZO, DISPONIBILITA’ e CONSIDERAZIONI PERSONALI

Gemini PDA ha ricevuto 2 milioni di dollari dai backers del sito IndieGogo, che hanno finanziato oltre il 284% del totale richiesto per la produzione. I primi 3000 backers hanno già ricevuto (o stanno ricevendo al momento in cui scriviamo, NdR) Gemini, e nei prossimi mesi sarà possibile acquistarlo online. Sono disponibili due versioni, una Wi-Fi che secondo noi ha poco senso, e la versione con modulo 4G/LTE. Le versioni differiscono nel prezzo di 100$ dollari: si parte dai 499$ per la versione Wi-Fi e si arriva ai 599$ della versione 4G. Per l’Italia i prezzi saranno intorno ai 500€ per la versione 4G, mentre si attesterà sui 400€ il prezzo per la versione Wi-Fi; questi sono dati da prendere con le pinze e dipendono fortemente dal distributore che provvederà alla vendita finale in Italia per conto di Planet Computers. Se tutto andrà come previsto, potremmo addirittura vedere Gemini nei negozi italiani, ma questo dipende molto dalla tipologia di accordi e dall'utilizzo finale di destinazione.

L’azienda inoltre propone una serie di accessori per rendere davvero completa l’esperienza d’uso con Gemini. Troviamo infatti un HUB USB con cui poter connettere più periferiche contemporaneamente; c’è il cavo HDMI-USB TypeC per poter connettere uno schermo più grande. Come detto prima, c’è anche un kit per l’aggiunta di una fotocamera esterna proposto a 50 dollari, oltre ad una elegante borsetta protettiva realizzata in vera pelle.

Nell’oretta in cui abbiamo potuto provare Gemini PDA siamo rimasti piacevolmente stupiti dalla sua costruzione solida, dal design clamshell realizzato con cura e un’attenzione maniacale ai dettagli (come l’innovativa cerniera). Sul fronte software troviamo Android, che seppur non è il Sistema Operativo per eccellenza per la produttività in mobilità, sul Gemini trova una nuova vita grazie alla dock per l’accesso rapido e alle scorciatoie da tastiera che sono davvero comode ed utili. In futuro sarà possibile avere una vasta scelta di sistemi operativi tra cui scegliere, anche se al momento sono perfettamente funzionanti varie distribuzioni Linux e anche Sailfish OS, per cui sotto il punto di vista della longevità software ci sentiamo di premiare Gemini PDA sulla fiducia.

Un prodotto per tutti? Certo che no. Un prodotto che può adattarsi a molteplici utilizzi e a categorie multiple di operatori? Sicuramente. Durante gli eventi di presentazione di Samsung, Nokia, Asus etc al Mobile World Congress avevo a disposizione il mio fidato smartphone ed un pesante computer portatile: in quei momenti ho realizzato quanto un prodotto come Gemini avrebbe potuto fare la differenza, dimezzando i tempi necessari per la creazione di contenuti e la modifica al volo di documenti.

Una prima impressione più che positiva, in attesa di poter provare un sample e magari farne una recensione completa.

Stampa Email

Cinafoniaci
"I veri Cinafoniaci sono quelli che non si fermano ai prodotti che ci vengono imposti dal mercato e dai media convenzionali ma si documentano e cercano tutte le informazioni per riuscire ad avere la migliore tecnologia al prezzo più conveniente."

Seguici su

FacebookoffFacebookoff
TwitteroffTwitteroff
TelegramoffTelegramoff
YoutubeoffYoutubeoff
Pubblicita

Vuoi pubblicizzare un prodotto, uno smartphone, un tablet sul nostro sito? Compila il Form

Contact Us

If you are an online shop and you want advertise your website and your products on our pages please Fill the Form

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti e offerte!

Copyright © 2017 Cinafoniaci.com - Notizie Offerte e Recensioni dal mondo degli smartphone Cinesi
Powered by Monkeyhub.org

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Privacy Policy