Amazon
Gearbest
Honorbuy
Flosmall
Myefox
Geekmall
  • News
  • Oppo F7 con Helio P60 beccato a barare nel benchmark AnTuTu

Oppo F7 con Helio P60 beccato a barare nel benchmark AnTuTu

Oppo

I benchmark sintetici per smartphone sono molvo in vaga quando si tratta di valutare complessivamente le potenzialità di un telefono, sebbene i risultati siano da prendere sempre con le pinze: purtroppo questa volta Oppo è stata pizzicata a barare nei test effettuati con AnTuTu sul suo nuovo smartphone, Oppo F7.

Per chi non conoscesse AnTuTu è un software che consente di mettere sotto torchio processore, scheda grafica e memorie, ricavandone un risultato sintetico che fornisce un'idea generale delle sue prestazioni. Il test non è progettato per fornire in assoluto le prestazioni massime raggiungibili, ma per avere una media convincente delle prestazioni nel tempo. Ecco perché il test, di default, non spara il processore alla massima frequenza di clock disponibile: un utilizzo del genere non è da considerarsi alla portata degli utenti comuni, per non parlare dei problemi di surriscaldamento e di thermal throttling in cui si potrebbe incombere.

 

oppo f7 benchmarkoppo f7 benchmark 1

oppo f7 cheat 1

Oppo F7, secondo un blogger vietnamita, ha uno speciale comportamento quando viene eseguito il benchmark di AnTuTu: tutti i core vengono utilizzati al 100% della propria capacità, con un clock di 2.0 GHz, e senza che sia più presenti qualsiasi controllo termico. Così facendo i risultati ottenuti dal nuovo SoC MediaTek Helio P60, uno dei due nuovi processori di MediaTek per la fascia media, sono davvero sbalorditivi: come potete vedere dall'infografica non solo supera lo Snapdragon 625 e 636 che possiamo trovare rispettivamente nello Xiaomi Redmi 5 Plus e Redmi Note 5 (che stiamo provando, NdR), ma addirittura ottiene risultati superiori allo Snapdragon 660, la proposta più alta per la fascia media targata Qualcomm, e che possiamo trovare all'interno dell'ottimo Xiaomi Mi Note 3 e del neo-presentato Xiaomi Mi 6X.

oppo f7 benchmark antutu

 

Come è stato provato il comportamento quantomeno "bizzarro" dell'Oppo F7? Il blogger vietnamita ha preparato un'app ad-hoc del tutto simile ad AnTuTu, ed ha osservato che il processore aveva un boost prestazionale immediato: uno scenario totalmente estraneo all'uso di tutti i giorni del nostro smartphone. Non è la prima volta che un'azienda viene pizzicata a barare sui benchmark sintetici come AnTuTu: anni fa fu la volta di Samsung, lo scorso anno OnePlus con il suo OnePlus 5 aveva commesso lo stesso errore. Tutti i produttori provano ad impressionare gli utenti con benchmark sintetici, che spesso non dicono nulla sull'uso quotidiano: salvo poi trovarsi con tanta pubblicità negativa e la propria immagine pubblica compromessa oltre alla credibilità, come nel caso di Oppo, che guarda caso è una delle tre aziende controllate da BBK Electronics insieme a OnePlus e Vivo. Coincidenze? Io non credo.

Stampa Email

Cinafoniaci
"I veri Cinafoniaci sono quelli che non si fermano ai prodotti che ci vengono imposti dal mercato e dai media convenzionali ma si documentano e cercano tutte le informazioni per riuscire ad avere la migliore tecnologia al prezzo più conveniente."

Seguici su

FacebookoffFacebookoff
TwitteroffTwitteroff
TelegramoffTelegramoff
YoutubeoffYoutubeoff
Pubblicita

Vuoi pubblicizzare un prodotto, uno smartphone, un tablet sul nostro sito? Compila il Form

Contact Us

If you are an online shop and you want advertise your website and your products on our pages please Fill the Form

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti e offerte!

Copyright © 2017 Cinafoniaci.com - Notizie Offerte e Recensioni dal mondo degli smartphone Cinesi
Powered by Monkeyhub.org

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Privacy Policy