Amazon
Gearbest
Honorbuy
Flosmall
Myefox
Geekmall

Xiaomi Redmi 5 - PROVATE A BATTERLO! - Recensione

Xiaomi Redmi 5 - PROVATE A BATTERLO! - Recensione

Xiaomi Redmi 5 di cui ci apprestiamo a fare la recensione è uno smartphone realizzato con il nuovo formato display 18:9, fratello minore del Redmi 5 Plus di cui vi abbiamo già parlato nella nostra recensione. Stessa filosofia e hardware simile, la famiglia Redmi 5 si rivolge ad un pubblico giovane che vuole spendere poco ed avere tra le mani smartphone pieni di sostanza e funzionalità concrete. Il monito che troviamo nel titolo è dedicato agli altri OEM produttori di smartphone: sarà davvero difficile proporre un prodotto di fascia medio-bassa così completo e bilanciato: scopriamo tutti i dettagli nella nostra recensione completa.

 

VIDEORECENSIONE

CONFEZIONE E ACCESSORI

Lo Xiaomi Redmi 5 in prova ci è arrivato da Honorbuy.it, che ringraziamo pubblicamente. Al momento attuale potete acquistarlo a questo link nella colorazione Black con 3GB di memoria RAM e 32GB di storage interno al prezzo di 158€ e averlo scontato di ulteriori 5€ grazie al codice sconto CINAFONIACI, un vero affare considerati i due anni di assistenza in Italia e spedizione veloce in 2/3 giorni.

La confezione di vendita è la classica a cui ci ha abituato Xiaomi: minimale, in cartone rosso, con le caratteristiche tecniche presenti sul retro della confezione. All’interno troviamo lo smartphone, la spilla per estrarre il carrellino delle SIM, caricabatterie 5V/2A, cavo microUSB per la ricarica e il collegamento al PC. Inoltre c’è una pratica custodia in TPU trasparente, molto gradita dato che il telefono è realizzato in parte inalluminio ed è abbastanza scivoloso.

DESIGN E MATERIALI

Il nuovo formato 18:9 del display trasforma le linee della serie Redmi: nella parte frontale troviamo una cornice inferiore ancora molto importante, seppur inutilizzata, mentre nella parte superiore sono presenti fotocamera, sensore di prossimità e luminosità, LED bianco e capsula auricolare.
Nella parte posteriore sono presenti 3 elementi posti simmetricamente in verticale: fotocamera principale, flash LED singolo e lettore d’impronte. Il frame laterale, così come i lati dello smartphone sono realizzati in plastica: solo la scocca centrale è realizzata in alluminio, con le linee che disegnano un rettangolo (che non è piacevole da guardare, NdR).

Sul lato inferiore alloggiano speaker di sistema, porta microUSB e microfono, mentre il jack per le cuffie, l’immancabile sensore IR e il secondo microfono sono ubicati sul lato opposto. Il vetro 2.5D snellisce le linee, che risultano sempre molto morbide, specialmente nella colorazione Rose Gold che abbiamo in prova.

HARDWARE

Ecco in breve le caratteristiche tecniche dello Xiaomi Redmi 5:

- CPU: Snapdragon 450 octa-core

- GPU: Adreno 506

- Display: 5.7” in 18:9 con risoluzione HD+, IPS, 72% Gamut NTSC

- RAM: 2/3/4GB LPDDR3

- STORAGE: 16/32/64GB espandibile tramite micro SD (slot condiviso con la seconda SIM)

- SIM: NANO+NANO

- FOTOCAMERE: Omnivision Purecell OV12A10 da 12 Megapixel con apertura f/2.2 con PDAF e FLASH LED; Omnivision Purecell OV5675 da 5 Megapixel

- DIMENSIONI: 72.8 x 151.8 x 7.7 mm

- PESO: 158 grammi

- OS: MIUI 9 basata su Android Nougat

- Altro: lettore impronte posteriore, Wi-Fi monoband, Bluetooth 4.2, LED notifica

- SENSORI: Prossimità, luminosità, accelerometro, compasso, giroscopio

- VALORI SAR: Non resi noti al momento della pubblicazione

RETI, TELEFONIA E CONNETTIVITA’

Lo Xiaomi Redmi 5 in nostro possesso manca della banda 20 (800 MHz), utilizzata da molti operatori italiani, ma è già disponibile una versione Global con banda 20. L'assenza della banda LTE 20 non sembra influire sulla ricezione dello smartphone, sempre molto buona in 4G perfino nel mio studio/bunker. Le chiamate sono sempre molto chiare, sia per noi che ascoltiamo sia per il nostro interlocutore: solo di rado mi è capitato di constatare un peggioramento della qualità della chiamata, un fenomeno solo temporaneo che non sono più riuscito a riprodurre. Ottima la soppressione dei fruscii grazie al secondo microfono.

C’è ovviamente la possibilità di poter utilizzare due schede e di effettuare lo switch a caldo per passare da una connessione dati ad un’altra: la gestione è ottima, come ci ha ormai abituato Xiaomi con la sua MIUI.
Connessione Bluetooth che rimane stabile, sia con wearables al polso che con cuffie Bluetooth: l’ascolto della musica è continuo e il flusso audio rimane stabile, perdendo il segnale solo quando ci spostiamo di almeno 7-8 metri.

Il GPS è davvero una scheggia: fix del segnale in pochi secondi e navigazione stabile. Non avrete problemi con la navigazione a piedi grazie alla bussola integrata.

Xiaomi Redmi 5 GPS

SCHERMO

Uno dei punti di forza di questo Xiaomi Redmi 5 Plus è proprio il display: un buon pannello IPS con risoluzione HD+ e formato 18:9. La luminosità massima non è molto elevata, ma la riproduzione dei colori è buona e soprattutto la qualità generale del pannello. Nonostante sia un display HD da 5.7 pollici e sia meno risoluto di un Full-HD, non sono riuscito a distinguere i pixel ad occhio nudo.

Non c’è alcun trattamento oleofobico, o se c’è non funziona a dovere: le ditate rimangono impresse sul display. Nonostante il pannello copra solo il 72% del Gamut NTSC, i colori sono ben riprodotti: ovviamente se siete abituati ai colori molto saturi dei display OLED allora vi accorgete dei colori più smorti e meno vividi, ma questo Redmi 5 si difende bene. Il multi-touch è a 10 tocchi e non perde un colpo quando utilizziamo la tastiera.

SOFTWARE

Dato che il buon Francesco ha già provato lo Xiaomi Redmi 5 Plus con la ROM Xiaomi.eu, e che la ROM Global non è ancora disponibile ufficialmente [AGGIORNAMENTO] La ROM Global è disponibile al download ma per lo sblocco del bootloader avremmo dovuto aspettare 360 ore, abbiamo deciso di provare la ROM con cui ci arriva di fabbrica, ovvero la CHINA STABLE.

E’ una ROM priva dei servizi Google e con la lingua in inglese: se per il primo problema c’è una soluzione, per il secondo, purtroppo, non c’è. Se volete a tutti i costi il terminale già pronto ricordatevi di controllare che lo store in cui effettuate l’acquisto ve lo recapiti già con la ROM Global ufficiale a bordo!

La MIUI 9 è ricca di opzioni ed è sicuramente il software giusto per chi ama avere sotto controllo ogni singolo aspetto del proprio smartphone: dalle opzioni relative al risparmio energetico alla possibilità di mettere sotto chiave determinate applicazioni, proteggendole con una password, fino alla possibilità di creare un “secondo spazio” in cui far coesistere applicativi paralleli che magari utilizziamo solo per lavoro, o al contrario, nella nostra vita privata.

La navigazione dell’interfaccia si svolge sempre in maniera fluida, con qualche lag occasionale o incertezza nell’apertura delle applicazioni solo dopo che abbiamo lasciato per molto tempo il telefono in standby. Ci sono tantissime applicazioni preinstallate, e molte di queste sono solo in cinese, ma niente paura: potete disinstallarle tranquillamente. Per installare i servizi Google basta andare nello Store di Xiaomi e cercare Google per poter scaricare l’app che provvederà a caricare il Play Store e gli altri componenti di Google sul telefono. Le notifiche arrivano, anche se come sempre bisogna smanettarci un po’: anche dando tutti i permessi alle app, un leggero ritardo si verifica occasionalmente con Telegram e Whatsapp.

LETTORE IMPRONTE

Sblocca 10 volte su 10: preciso, affidabile e davvero velocissimo, se consideriamo che questo smartphone appartiene alla fascia medio-bassa del mercato. Ottimo lavoro da parte di Xiaomi.

FOTOCAMERA

Sia il sottoscritto che Francesco che ha recensito lo Xiaomi Redmi 5 Plus siamo rimasti piacevolmente sorpresi dal comparto fotografico dei nuovi smartphone targati Xiaomi. La resa delle foto è superiore a quella della precedente generazione di smartphone come lo Xiaomi Redmi Note 4/Note 4X e lo Xiaomi Redmi 4 Pro. Non si avvicina ai livelli di eccellenza nella fascia media come per lo Xiaomi Mi 5X/Mi A1, ma si riescono ad ottenere degli scatti molto buoni.

Xiaomi ha trovato la formula giusta per la modalità HDR su questo Redmi 5: le foto cambiano aspetto, migliorando nettamente la resa dei contrasti ed aggiungendo una maggior gamma dinamica, senza per questo sovraesporre troppo le fotografie. Con buone condizioni di luce foto fatte in HDR e macro restituiscono scatti superiori alla media, ovviamente le cose peggiorano quando le condizioni di luce si fanno critiche. Le foto, soprattutto quelle in HDR, non sono nitidissime ma bisogna rapportare il tutto in base al prezzo di vendita: in questa fascia abbiamo visto delle vere e proprie oscenità, mentre questo Redmi 5 e il suo fratello 5 Plus si difendono molto bene. Sicuramente sono superiori, per capacità fotografiche, ai fratelli della vecchia generazione.

Il discorso purtroppo vale solo per la fotocamera principale, mentre quella frontale da 5 Megapixel non ci ha convinto: scatti poco nitidi, coloro molto slavati, un filtro bellezza che tende ad essere troppo intrusivo ed un flash LED frontale che aiuta, ma davvero poco. Per i selfie, Xiaomi, bisogna fare di più!

BATTERIA

Considerando che lo Snapdragon 450 è una versione “lite” dell’ottimo Snapdragon 625, l’autonomia si attesta su valori simili: si chiudono 36 ore, cioè quasi 2 giorni, con 7/8 ore di display, oppure si può affrontare una giornata stress totalmente in 4G con oltre 6 ore di schermo. Promosso sotto il punto di vista dei consumi grazie alla batteria da 3300 mAh, che unita al processore poco energivoro e ai risparmi energetici della MIUI garantisce consumi ridotti e prestazioni superiori per la fascia medio/bassa.

Xiaomi Redmi 5 battery batteriaXiaomi Redmi 5 battery batteriaXiaomi Redmi 5 battery batteria

Lo Snapdragon 450 rappresenta un notevole balzo in avanti per la fascia bassa: realizzato con un processo costruttivo a 14nm, offre 8x Cortex A53 divisi in due cluster, di cui il maggiore opera ad una frequenza di 1.8GHz. Come specifiche si avvicina tantissimo allo Snapdragon 625, che opera ad un clock di 2.0GHz: nelle operazioni quotidiane, dove il cluster più grande non è utilizzato, non si nota la differenza tra i due. Solo quando mettiamo sotto torchio lo smartphone con multitasking avanzato e gaming 3D si nota che lo Snapdragon 625 ha una marcia in più, ma davvero marginale .

BENCHMARK

Lo Snapdragon 450 si dimostra il miglior processore per la fascia bassa con un punteggio di tutto rispetto nei benchmark sintetici: su AnTuTu otteniamo un valore di 55556 punti, mentre su GeekBench 4 il valore single-core è di 764, mentre il valore multi-core è di 3878 punti. Buone anche le memorie eMMC 5.1 integrate, con velocità di tutto rispetto evidenziate dal test AndroBench.

Xiaomi Redmi 5 AntutuXiaomi Redmi 5 GeekbenchXiaomi Redmi 5 AndroBench memory test

GAMING

Potete giocare con tranquillità anche ai titoli più recenti grazie alla GPU Adreno 506, che consente di ottenere framerati sostenuti anche con titoli 3D impegnativi come Galaxy on Fire 3: Manticore e Real Racing. Qualche piccola incertezza di tanto in tanto e cali occasionali di framerate si presentano, ma l'esperienza d'uso rimane solida e fluida. Titoli meno recenti come Riptide sono una vera goduria: fluidi e senza un impuntamento.

SICUREZZA

Un telefono sicuro, scansionato con i nostri software che non ha rivelato alcuna incertezza. Promosso a pieni voti sotto questo punto di vista.

Xiaomi Redmi 5 security malwareXiaomi Redmi 5 security malwareXiaomi Redmi 5 security malware

 

IN BREVE

 

logo okDisplay 18:9
Autonomia
Prestazioni
logo ko

LED notifica solo bianco
Fotocamera frontale
Design e Cornici

Arriviamo alle conclusioni di questa recensione dello Xiaomi Redmi 5. Xiaomi ci ha abituati bene, non possiamo negarlo, e questo piccolo gioiello della fascia bassa ne è l’ennesima dimostrazione.

Se gli dobbiamo trovare dei difetti avremmo preferito una fotocamera frontale più prestante (dato il target di mercato), delle cornici maggiormente ottimizzate (quella inferiore è davvero sproporzionata e soprattutto inutile), un doppio flash LED dual-tone per aiutare la resa delle foto in condizioni di luce critica ma soprattutto un trend che Xiaomi porta avanti da mesi: il LED per le notifiche di colore bianco. Xiaomi, vogliamo un LED RGB e la possibilità di scegliere dalla MIUI i colori delle nostre notifiche!

L’azienda ha però saputo trovare un bilanciamento pressoché perfetto tra tutte le sue componenti: il sistema è reattivo e fluido (almeno nella nostra versione in prova con 3GB di RAM e 32GB di storage interno) grazie allo Snapdragon 450, lo schermo utilizzato è di buona qualità, il sensore d’impronte è fulmineo e non sbaglia un colpo, la fotocamera restituisce buoni scatti (a patto di avere una buona luce). Il display 18:9 gli dona un look moderno, a patto di non girare lo smartphone: la back cover è davvero brutta da guardare, e la fotocamera sporgente non ci piace per nulla. Un dispositivo che vi stra-consigliamo, e non fatevi spaventare dall’assenza della banda 20: almeno dai nostri test, più che in altri terminali, è davvero ininfluente in termini di ricezione.

DOVE ACQUISTARLO

Potete comprare lo XIAOMI REDMI 5 nella versione più potente 3/32 GB come nella nostra recensione da Honorbuy.it, che ce l'ha gentilmente fornito: spedizione veloce dall'Italia in 2-3 giorni lavorativi e assistenza per 24 mesi, il tutto ad un costo che non differisce troppo da quello degli store d'importazione più famosi. Inoltre grazie al nostro codice sconto CINAFONIACI avete diritto ad ulteriori 5€ di sconto sul prezzo finale.

In alternativa potete trovarlo su GearBest a questo link, raccomandandovi di prendere la versione Global con la presenza della banda 20 e i servizi Google inclusi. 

Stampa Email

Cinafoniaci
"I veri Cinafoniaci sono quelli che non si fermano ai prodotti che ci vengono imposti dal mercato e dai media convenzionali ma si documentano e cercano tutte le informazioni per riuscire ad avere la migliore tecnologia al prezzo più conveniente."

Seguici su

FacebookoffFacebookoff
TwitteroffTwitteroff
TelegramoffTelegramoff
YoutubeoffYoutubeoff
Pubblicita

Vuoi pubblicizzare un prodotto, uno smartphone, un tablet sul nostro sito? Compila il Form

Contact Us

If you are an online shop and you want advertise your website and your products on our pages please Fill the Form

Iscriviti alla newsletter per ricevere aggiornamenti e offerte!

Copyright © 2017 Cinafoniaci.com - Notizie Offerte e Recensioni dal mondo degli smartphone Cinesi
Powered by Monkeyhub.org

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Privacy Policy